Lo strano matrimonio tra caffè e sport

14 Febbraio 2019

Tutti coloro che praticano attività fisica, che sia una corsa al parco o una partita di un qualsiasi sport che richieda un intenso sforzo fisico, assumono integratori sotto forma di alimenti o bevande energetiche. Queste sostanze appena elencate presentano molti benefici tra i quali il recupero di energie fisiche tramite l’assimilazione degli zuccheri presenti al loro interno. Oltre a questa tipologia di prodotto, esiste una bevanda non studiata scientificamente, che presenta effetti positivi al fine di migliorare prestazioni e condizione fisica generale, come un banalissimo caffè? Proviamo ad analizzare la situazione:

Effetti positivi

Il caffè, secondo il pensiero comune e sostenuto da studi scientifici, è ritenuto una “droga” popolare in quanto è sostanza stimolante ed eccitante, perciò produttrice di ormoni che scombussolano l’equilibrio psico-fisico del corpo. Se viene bevuto nelle giuste quantità e nei giusti orari, il caffè diventa speciale per il nostro metabolismo. Scopriamo come:

  • In uno studio recentemente effettuato, l’assunzione di caffeina a dosi elevate (10 mg/Kg del peso corporeo rispetto ai 3/6 mg/Kg consigliati generalmente) ha migliorato la performance degli atleti presi come riferimento del 19% rispetto a quella di altri professionisti trattati con placebo.
  • Per massimizzare i risultati sportivi, senza incorrere in una overdose di caffeina, è consigliata l’assunzione dai 3/6 mg per Kg di peso corporeo e in un arco temporale dai 180 ai 75 minuti prima dell’inizio dell’attività fisica.
  • Gli effetti della caffeina sull’apparato muscolare raggiungono la massima efficacia per attività fisiche di media intensità. Non è ancora stato dimostrato alcun eventuale beneficio per quanto riguarda potenza e forza muscolare.

Effetti negativi

  • Dal punto di vista del peso corporeo, i benefici di un caffè dipendono principalmente dalla quantità di zucchero immesso al suo interno, poiché una bustina da 10 grammi contiene 40 kilocalorie. Se vengono bevuti 4 caffè al giorno, con l’aggiunta di una bustina di zucchero ciascuno, si assumono 160 kilocalorie, pari a mezzo piatto di pasta e a 3 km di corsa a buon ritmo (media di 6 minuti al Km). In sintesi, l’aggiunta di zucchero nel caffè comporta semplicemente un aumento di peso.

Possiamo dire quindi che un buon caffè (possibilmente senza zucchero), preso in quantità e orari congeniali, aiuta e porta benefici non solo nel quotidiano ma anche nelle attività sportive.

Leggi altri articoli